Certificazioni di conformità

Le certificazioni di conformità sono documenti necessari a comprovare la sicurezza e l’affidabilità di impianti termici e sistemi camino. Questa documentazione viene rilasciata da tecnici abilitati ogni volta che si esegue il montaggio di impianti fumari, il risanamento di camini e la manutenzione di impianti termici.

Il personale di Terein è preparato, formato e abilitato a eseguire tutte queste operazioni e a rilasciare le necessarie certificazioni di conformità. In questo modo possiamo offrirvi un servizio completo che comprende tutte le verifiche necessarie, al termine delle quali vi rilasceremo la documentazione corrispondente.

Documentazione per l’installazione

Prima dell’installazione di un impianto fumario dobbiamo verificare il progetto, che ci viene fornito dal committente e deve comprendere:

  • marcatura CE o Benestare Tecnico Europeo (ETA) comprensivo di istruzioni di montaggio dei materiali che compongono il camino o il sistema intubato;
  • calcolo della distanza di sicurezza del sistema camino dai materiali combustibili;
  • progetto o dimensionamento del camino, in base ai dati previsti dal D.M. 37/08 (o per la Provincia di Bolzano, il decreto del Presidente della Provincia 19 maggio 2009, n.27);
  • informazioni tecniche dettagliate sull’apparecchio da installare

Una volta eseguita l’installazione abbiamo cura di effettuare i controlli e le verifiche previste, i cui risultati sono riportati nella placca camino che viene fissata in posizione visibile, nelle vicinanze dello stesso. Questi dati comprendono:

  • marchio CE;
  • numero di controllo dell’Ente Notificato;
  • numero del certificato;
  • norme di riferimento;
  • nome e logo del fabbricante;
  • diametro nominale;
  • distanza dei materiali combustibili, in millimetri;
  • dati dell’installatore e data d’installazione;
  • designazione del prodotto

Documentazione dopo l’installazione

A questo punto i nostri tecnici devono eseguire un’altra serie di verifiche, prima che lo spazzacamino possa procedere al collaudo finale dell’impianto termico. Queste verifiche devono comprendere:

  • la verifica dell’esistenza del certificato di conformità della posa del camino e le necessarie marcature CE;
  • la presenza e corretta applicazione della placca camino;
  • la verifica della distanza del materiale combustibile;
  • l’analisi della combustione e confronto coi dati tecnici dell’apparecchio e del camino;
  • la misura del tiraggio del camino;
  • il controllo di tenuta dello scarico fumi (prova di tenuta stagna);
  • l’installazione del canale da fumo/condotto di scarico;
  • la verifica dell’apporto d’aria comburente;
  • la misura delle distanze e delle altezze del comignolo/terminale da ostacolo o dal tetto;
  • la prova di tenuta stagna e videoispezione del camino;
  • la verifica dell’assenza di reflusso dei gas negli ambienti.

Collaudo dello spazzacamino

A questo punto consegniamo l’intera documentazione allo spazzacamino per il collaudo. La documentazione consiste

  • nella dichiarazione di conformità per la posa e relativi allegati;
  • nella marcatura CE del sistema camino e dell’apparecchio installato;
  • nella scheda tecnica dell’apparecchio installato;
  • nell’analisi di combustione dell’apparecchio;
  • nel tiraggio del camino alla potenza minima e massima;
  • nella prova di tenuta dello scarico;
  • nella scheda di controllo finale.

Una volta ottenuta questa documentazione lo spazzacamino provvede al collaudo. Questa operazione consiste nei seguenti controlli:

  • verifica della documentazione;
  • prove di tenuta del camino;
  • videoispezione dell’intero condotto;
  • verifica di altezze e distanze del terminale;
  • posizioni, documenti e montaggio degli accessori;
  • controllo di sicurezza dell’intero impianto fumario.